Poltrone anti Coronavirus, ecco la nuova soluzione sugli aerei

poltrone aerei aviointeriors

Una volta che l’emergenza sanitaria sarà finalmente terminata, è chiaro che ci si dovrà abituare sempre di più a convivere con il Covid-19. Anche se all’apparenza potrebbe non sembrare, in realtà saranno tante le cose che prenderanno una piega differente.

Probabilmente, infatti, dovrà modificarsi anche il modo in cui si viaggerà in aereo. Proprio a tale riferimento è da rimarcare la notizia secondo cui l’azienda italiana Aviointeriors, che può vantare una notevole esperienza nel campo dell’allestimento per aeromobili commerciali, ha trovato una soluzione davvero molto interessante per viaggiare più sicuri.

Sono due le soluzioni al vaglio di Aviointeriors, che prevedono comunque la realizzazione di posti a sedere e poltrone anti Coronavirus. La prima soluzione, senza dubbio la più facile da realizzare, senza dimenticare come sia anche quella meno costosa, prende il nome di Glassafe. In poche parole, si tratta di una vera e propria schermatura in materiale trasparente, che è in grado di garantire un corretto isolamento tra i vari sedili e il corridoio.

Grazie a Galassafe, quindi, si può realizzare una sorta di barriera, che permette di ridurre ai minimi termini il contatto tra i passeggeri e, al contempo, riduce notevolmente anche il pericolo di subire il contagio. Questa poltrona è stata sviluppata in maniera tale che si possa applicare direttamente sopra le poltrone che già esistono e si caratterizza per essere estremamente facile sia da pulire che da sanificare.

La seconda soluzione che è stata realizzata da parte di Aviointeriors prede il nome di Janus: una denominazione che ha uno stretto legato con Giano, ovvero il dio romano bifronte. Si tratta, in questo caso, di un’opzione molto più strutturale. In ciascuna fila, il sedile che si trova in mezzo viene posizionato in senso inverso in confronto agli altri due, che rimangono invece collocati seguendo la normale direzione del volo.

Tra ciascuna poltrona è presente una schermatura particolarmente alta, fino a raggiungere la testa, che ricorda molto quella prevista sul Glassafe. In questo modo, i vari passeggeri possono sfruttare uno spazio adeguatamente isolato, che possa ridurre al minimo i rischi di contagio. Anche in questo caso, il materiale che viene impiegato è facile da pulire e igienizzare.

Le foto di queste due soluzioni proposte da parte di Aviointeriors hanno già avuto un grandissimo successo sul web, diventando quasi “virali”. Sembra che l’azienda italiana abbia già provveduto ad effettuare il deposito delle correlate domande di brevetto e possa garantire tali soluzioni ai vettori che dimostrano interesse già nel giro di sei mesi.

CONDIVIDI