Igienizzare divano, ecco i migliori suggerimenti da seguire

divano angolare

In tempi di quarantena, in cui il Coronavirus ha portato ad una situazione drammatica dal punto di vista sanitario tantissimi Paesi tra cui l’Italia, è chiaro che igienizzare il divano, così come tutti gli altri arredi della casa, in modo corretto è molto importante.

Il soggiorno e, in modo particolare il divano, rappresenta l’ambiente in cui si trascorre più tempo insieme alla propria famiglia. Andiamo alla scoperta, quindi, di ben cinque rimedi che possono tornare decisamente utili sia per la pulizia che per igienizzare il divano in modo semplice e pratico al tempo stesso.

Il divano rappresenta uno dei mobili che fanno parte della casa, la cui scelta e acquisto devono avvenire con grande attenzione, anche per via del fatto che tutti i componenti della famiglia lo utilizzano con grande frequenza. L’igienizzazione del divano deve avvenire in maniera costante e abitudinaria, con una routine più breve da adottare ogni giorno e un’altra, più approfondita, da svolgere una volta al mese.

Quando si parla del divano, si fa riferimento a uno degli elementi d’arredo che sono maggiormente a rischio perché può in men che non si dica trasformarsi come una sorta di ricettacolo di batteri e acari. Quindi, il primo passo è quello quotidianamente di provvedere ad aspirare il divano. L’aspirapolvere si tratta di uno strumento ottimo per soddisfare la pulizia di numerosi angoli e aree della casa e, in modo particolare, del pavimento.

Per pulire il divano con l’aspirapolvere in maniera ottimale, il consiglio è quello di usare un’apposita spazzola per la stoffa e un becco allungato. Inoltre, ogni giorno, soprattutto durante le prime ore del mattino, si possono aprire tutte le varie finestre della stanza in cui si trova il divano, in maniera tale che possa entrare la luce del sole. Meglio togliere i cuscini ed aspirare con grande cura tutte le parti del divano o della poltrona stessi.

Una volta ogni 20-30 giorni circa, invece, si può provvedere con il lavaggio della superficie del divano. Per svolgere tale operazione è importante sfoderare i cuscini, chiaramente nel caso in cui il modello lo consenta, e poi lavarli in lavatrice senza ammorbidente. Tutto il resto del divano si può tranquillamente lavare usando uno straccetto umido, imbevuto in una soluzione composta da ammoniaca e acqua. Una soluzione ottimale, dal momento che offre la possibilità di pulire il divano senza che si creino delle fastidiose schiume. Dopo che le federe si sono usciate e il resto del divano sarà ben asciutto, ecco che si potranno riposizionare anche i cuscini.

CONDIVIDI