Divano due posti, la soluzione migliore per le case piccole

divano due posti

Avete un appartamento di dimensioni piuttosto ridotte, ma avete sempre la mania di esagerare e puntare su arredi eccessivamente ingombranti? Bene, forse è il caso di fare un passo indietro: una delle scelte più interessanti e importanti, da questo punto di vista, è sicuramente quella del divano. Nelle case piccole, infatti, la decisione su quale modello di divano comprare, può fare davvero la differenza.

Se la zona living è molto contenuta, in alcuni casi direttamente collegata con la cucina, è chiaro che la scelta del divano è notevolmente condizionata ad un modello di dimensioni piuttosto ridotte. Insomma, c’è poco spazio per tutte quelle soluzioni che possono essere notevolmente confortevoli e anche d’impatto estetico notevole, come ad esempio il divano angolare.

Divano due posti, l’ideale in ambienti piccoli

La soluzione che si presenta come prioritaria, in questi casi, è quella di puntare su dei divani due posti, piuttosto piccoli, in grado comunque di garantire un tocco di innovazione e originalità all’ambiente, senza però occupare troppo spazio.

Per la scelta dei divani a due posti migliori in base alle proprie esigenze bisogna mettere al primo posto il comfort. La comodità, infatti, è un elemento che non deve assolutamente mai mancare. Quando sia la larghezza che la profondità sono, per forza di cose, ridotte all’osso, ecco che robustezza, comfort, altezza e impatto estetico dello schienale sono caratteristiche su cui non si può assolutamente sorvolare.

Tra le principali caratteristiche che dovrebbe avere un divano a due posti che si inserisce in un contesto piuttosto piccolo troviamo sicuramente la compattezza e la leggerezza. Con un divano angolare o comunque un modello di dimensioni maggiori si è notevolmente vincolati e limitati nella scelta di tutti gli altri arredi.

No ai braccioli

Invece, con un divano a due posti tutti questi problemi non ci sono. Questo tipo di divano, infatti, presenta un peso piuttosto limitato, così come anche l’ingombro è notevolmente ridotto. Si tratta di due elementi fondamentali per poter in qualsiasi momento decidere anche di inserirlo in un’altra posizione.

Un altro consiglio, quando lo spazio è davvero ridotto all’osso, è quello di eliminare i braccioli o, comunque, di acquistare un modello che non li contempli. Il motivo è abbastanza facile da intuire: ai lati si possono inserire dei piccoli tavoli, piuttosto che degli sgabelli o anche altri tipi di arredi che possono tornare utili. Insomma, fare a meno dei braccioli può consentire di risparmiare altro spazio che può essere riutilizzato in altro modo.

CONDIVIDI