Divanetti di tendenza, ecco quali sono i modelli più diffusi

divanetti di tendenza

Al giorno d’oggi, i divanetti non vanno di moda solamente per quelle zone living di ridotte dimensioni, ma si caratterizzano anche per offrire un vero e proprio elemento di lusso quando vengono collocati in alcuni punti ben precisi di un’abitazione. I piccoli divanetti, in fin dei conti, dovrebbero essere sempre considerati alla stregua di veri e propri pezzi unici.

Cerchiamo di capire quelle che sono le caratteristiche degli ultimi modelli che sono stati proposti sul mercato. Si parte da quelle tipologie di divanetti caratterizzati da forme avvolgenti, con uno stile e un livello di comfort che non hanno eguali. Tutto merito di uno stile sinuoso e avvolgente: in questo caso, la fonte di ispirazione guarda al passato, ovvero sia agli anni Settanta che agli anni Ottanta, chiaramente rimodellati per adattarli ai tempi attuali.

Divanetti di tendenza, gli stili del momento

Vanno ancora molto forte tutti quei modelli caratterizzati da delle linee essenziali, ovvero squadrate e con poca personalizzazione. Per quanto riguarda le strutture di base, invece, il materiale maggiormente impiegato è il metallo, con uno spessore notevolmente ridotto, oppure con la previsione di appoggi a terra piuttosto ingombranti.

Per quanto concerne i colori, le tonalità calde sono quelle di maggior tendenza al momento. In modo particolare, i colori che stanno avendo un grande apprezzamento sono la terracotta e il caramello, oppure ci sono anche dei colori particolarmente accesi, come ad esempio rosso e viola.

Materiali e l’ultima novità

Spostando l’attenzione sui materiali, invece, il velluto rappresenta quello numero uno. Il velluto è senz’altro il materiale più utilizzato per tutti i divanetti di ultima tendenza. Le caratteristiche di questo materiale, infatti, lo rendono perfetto per gli arredi caratterizzati da uno stile contemporaneo. Morbidezza e linee sontuose: per i divanetti imbottiti è senz’altro la scelta più azzeccata. E, spesso e volentieri, si scelgono anche delle tonalità più neutre.

Tutti coloro che, invece, sono soliti modificare spesso e volentieri i colori dei divanetti, si devono indirizzare verso dei modelli che presentano un rivestimento in tessuto piuttosto che in microfibra. Altrimenti, si può puntare anche su divanetti componibili, ovvero che sono maggiormente in grado di adeguarsi agli spazi della quotidianità. Flessibilità è la parola d’ordine, anche se ultimamente la tendenza di avere un “letto da giorno” sta prendendo sempre più piede. Si tratta di un elemento d’arredo diffusosi nella penisola scandinava, preso come ispirazione da diversi attuali collezioni italiane.

CONDIVIDI